FILTRI RICERCA

Manutenzione della batteria: 3 semplici istruzioni per evitare i tempi di fermo di un carrello

Se possiedi un carrello elevatore devi necessariamente effettuare una giusta manutenzione della batteria per aumentarne la durata di vita. Come fare? Leggi l'articolo.

25/09/2019

La manutenzione della batteria di un carrello elevatore è fondamentale per tutelare l'investimento fatto per l'acquisto di questo.

Essa rappresenta il 30% del valore totale del carrello; può essere caricata fino a 5.000 mila volte e se ben mantenuta può durare oltre 5 anni.

Gli step fondamentali per eseguire una corretta manutenzione della batteria sono tre. Leggiamoli insieme.

Controlla la soglia del livello di scarica.

Per effettuare una corretta manutenzione della batteria è necessario non superare l'80% del livello di scarica: una scarica più profonda danneggia la batteria e surriscalda i componenti elettrici del carrello. E' possibile visionare questo dato sul display del .

Ricorda: Mantenere il livello di carica della batteria non inferiore al 20%.

Controllare i tempi di ricarica

Quando la batteria è scarica, sono necessarie dalle 8 alle 12 ore di ricarica per poter riutilizzare il carrello. Questo dipende dal tipo di carica batteria utilizzato.

Ricorda: Evita ricariche brevi come per esempio durante la pausa pranzo: esse comportano un costante declino dell'efficienza della batteria.

Controlla regolarmente il livello dell'acqua nei singoli elementi.

Al termine della carica è importante controllare il livello dell'elettroliticità degli elementi. Durante il ciclo di ricarica, la batteria viene riscaldata, l'acqua distillata permette la corretta propagazione di bolle di idrogeno sulla piastra; è essenziale che l'acqua viene aggiunta a intervalli, ( tra 5 e 10 ricariche) portando il liquido interno a superare gli elementi di piombo.

Molto importante è non caricare la batteria con elementi scoperti: se le piastre si asciugano diventano fragili, causando un danno permanente. Diversamente, non bisogna riempire oltre il dovuto per evitare la fuoriuscita del liquido e la successiva corrosione del cassone di trasporto.

Un sistema pratico e veloce per controllare il livello dell'acqua è quello del rabbocco automatico: esso è formato da tubi in gomma che collegano i singoli tappi presenti sui diversi elementi: all'interno di ognuno di questi è presente un galleggiante che blocca il flusso a livello ottimale.

Ricorda: Rabbocca sempre dopo la ricarica non prima.

Una corretta manutenzione della batteria prevede anche di prestare particolare attenzione ai cavi e alle prese dello stesso carica batteria.

Questi componenti sono soggetti ad usura con perdita di conducibilità elettrica e di isolamento da cui ne derivano surriscaldamento, mancata efficienza e cortocircuito.

Per questo motivo, è importante rivolgersi periodicamente all'assistenza per un controllo tecnico, che comprende interventi cadenziali per controllare il buono stato della batteria.

Scrivi a assistenza@logcenter.it e prenota un intervento di tecnici specializzati. 

Blog