FILTRI RICERCA

Logistica del magazzino: come ottimizzarla?

Ottimizzare la logistica del magazzino vuol dire riuscire ad ottenere un importante vantaggio competitivo nei confronti dei competitor. Ecco a cosa prestare attenzione.

03/03/2021

Saper gestire correttamente un magazzino è una delle competenze più complicate da acquisire per un’azienda. La gestione infatti prevede una serie di competenze che spaziano dalla formazione del personale, al reperimento di un software informatico, alla manutenzione delle strutture e ovviamente alla logistica.

La logistica: le criticità cui prestare attenzione

Non tutti i magazzini sono uguali e ogni magazzino ha proprie criticità, dovute anche alle tipologie di prodotti stoccati e alle loro quantità.

Senza contare i problemi che possono emergere dalle strutture fisiche e infrastrutturali, che l’azienda non sempre ha la possibilità di controllare completamente, soprattutto se non ne detiene la proprietà.

Al di là dei fattori specifici, tuttavia, le criticità della logistica di un magazzino sono:

  • Posizionamento: materiali disposti in modo non razionale, con poco ordine o non ottimizzando gli spazi disponibili;
  • Percorsi di prelievo: non viene tenuto conto di come i mezzi si muovono all’interno del magazzino, con dispersione di tempo, aumenti dei costi e di manutenzione dei mezzi;
  • Rintracciabilità: materiali e mezzi non sono mappati, quindi gli operatori perdono tempo a reperirli;
  • Mancanza di procedure standard: non ci sono standard nelle procedure, quindi tutti gli operatori hanno libertà di svolgere la loro mansione come meglio preferiscono, causando mancanza di interoperabilità e qualità ondivaga;
  • Mancanza di dati statistici: non avere a disposizione la mappa delle movimentazioni, l’utilizzo medio dei mezzi e i percorsi svolti non dà la possibilità di migliorare la logistica.

 

Vi ritrovate in tutto o in parte questo tipo di criticità? Vi è già capitato di avere a che fare con problematiche che riducevano l’efficienza della logistica del magazzino?

 

I 5 errori da evitare nella gestione del magazzino

 

La logistica di magazzino oltre le criticità: come sviluppare una nuova gestione

Riconoscere un problema vuol dire essere già a metà strada per risolverlo.

Il che vuol dire però che c’è comunque necessità di individuare una strada da seguire per ottimizzare la logistica ed evitare le problematicità che abbiamo visto.

Da cosa iniziare?

Ecco degli spunti da seguire per ottimizzare la logistica del magazzino:

  • Definire una strategia sulla base di obiettivi precisi: è solo individuando correttamente degli obiettivi di ottimizzazione che si può iniziare a lavorare sul metodo. Se vogliamo quindi per esempio migliorare le tempistiche con cui le merci vengono movimentate all’interno del magazzino, si dovrà, a partire da questo obiettivo, individuare una possibile strategia per il miglioramento;
  • Disegnare un progetto sulla base della strategia: con il progetto si può iniziare ad andare nel dettaglio, individuando le possibili migliorie da approntare nell’organizzazione;
  • Individuare i KPI di progetto: solo attraverso l’individuazione e la misurazione efficace si può verificare se il progetto sta dando risultati;
  • Verifica puntuale: misurando i KPI di progetto a intervalli regolari si può valutare la reale ottimizzazione dei processi.

In difficoltà nello sviluppo della logistica del magazzino?

Logcenter sa bene che la logistica di magazzino può essere un punto debole per ogni azienda, anche la più strutturata, per questo ha implementato il Sistema LMS.

 

Il Sistema LMS® è un metodo che ha come obiettivo l’ottimizzazione del reparto logistico interno e che mira a:

- Eliminare completamente i fermo macchina;

- Garantire il valore dal 40 al 60% dell’importo versato;

- Ricevere formazione e assistenza costanti;

- Effettuare monitoraggio e gestione delle flotte aziendali;

- Assistenza customer care 24 ore al giorno 7 giorni su 7.

 

Inoltre, l’adesione al programma permette di usufruire del servizio informatico Visilog, una piattaforma che riguardo ai carrelli ti consente:

- Il riconoscimento automatico dell’autista;

- Il monitoraggio gps e gprs;

- Il monitoraggio dei turni effettuati;

- Il monitoraggio del carburante;

- Il monitoraggio dei livelli di batteria;

- La segnalazione delle anomalie;

- Il riconoscimento della prossimità di pedoni;

- Il monitoraggio attraverso un sensore per gli urti.

 

Ti possiamo aiutare quindi ad implementare efficacemente l’ottimizzazione del magazzino.

Clicca qui sotto per contattarci

Blog