FILTRI RICERCA

Ecco cosa non può mai mancare

in un magazzino automatico efficiente

y/ni/-inf

Ecco cosa non può mai mancare in un magazzino automatico efficiente

 

L'organizzazione di un magazzino è una scelta complicata e strategica. Le soluzioni per ottimizzare gli spazi e aumentare l’efficienza della produzione sono tante: scaffalature industriali, magazzini automatici, verticali, sistemi con trasloelevatore. Per valutare con attenzione quale opzione sia più adatta alle proprie esigenze, ogni impresa deve conoscere a fondo il prodotto.

 

Tuttavia, da tempo, il magazzino automatico è diventato la soluzione che meglio risponde alle crescenti esigenze di rapidità e flessibilità del mercato contemporaneo.

I motivi sono facili da capire: nelle diverse tipologie disponibili sul mercato e grazie all'utilizzo di tecnologie sempre più all'avanguardia, queste soluzioni portano vantaggi alle aziende e consentono di mantenere elevato il livello di competitività.


In particolare, i magazzini automatici consentono di:

 

  • ottimizzare gli spazi;
  • velocizzare le operazioni;
  • controllare la qualità;
  • verificare il lavoro di tutto il magazzino;
  • garantire un livello di sicurezza superiore agli operatori;
  • aumentare la funzionalità e l’efficienza della catena logistica.

 

Eppure, anche per i magazzini automatici le possibilità di scelta sono molteplici e non è sempre così scontato azzeccare la soluzione più adatta alle esigenze di un’azienda. Per evitare di essere tratti in inganno, nelle valutazioni non bisogna fermarsi alle voci principali ed evidenti, come la diminuzione della superficie e la riduzione del personale addetto.

Questi aspetti sono, sì, importanti, ma spesso vengono usati solamente come specchietto per le allodole. Per essere certi di fare la scelta giusta, vanno considerati anche i costi nascosti” della logistica tradizionale: la manutenzione e gestione ordinaria di grandi superfici di magazzino, gli errori, l’insufficiente conoscenza delle giacenze di magazzino, l’inventario, la sicurezza sul posto di lavoro.

 

Ad esempio, Logcenter, che si occupa di fornire alle imprese soluzioni per la logistica integrata, ha ideato Stockmatic, il magazzino verticale automatico con interfaccia touchscreen, non soltanto per velocizzare e automatizzare i processi industriali, ma anche per ovviare alle più comuni problematiche legate alla logistica tradizionale.

 

 

Quali sono le vere caratteristiche di un magazzino automatico efficiente?

 

Quando bisogna scegliere un magazzino automatico, quindi, le opzioni sono molte, la competizione è sfrenata e le caratteristiche sembrano tutte uguali. In realtà, con piccole accortezze è possibile distinguere tra un magazzino automatico di Serie A e un magazzino che non potrebbe competere nemmeno in Lega Pro.

 

  1. Occhio al Software. La principale novità dei magazzini automatici è proprio il software che gestisce la movimentazione e lo stoccaggio dei materiali, che, in pratica, garantisce il controllo e la gestione dei processi. Il programma utilizza informazioni di prodotto e locazioni per soddisfare le movimentazioni di magazzino provenienti dai sistemi ERP, applicando le strategie più appropriate. Il top di gamma è il software WMS (Warehouse Management System) che deve essere sempre aggiornato, ben programmato e integrato con il software WCS (Warehouse Control System), che supervisiona lo stato dell’impianto e determina le strategie di funzionamento delle varie macchine ad esso collegate, consentendo di ottimizzare in tempo reale i flussi produttivi a seconda delle esigenze.

 

  1. 2.     Il sistema di Picking deve garantire realmente una diminuzione degli errori. Il magazzino automatico consente la famosa modalità “merce all’uomo”, per ottenere incrementi di performance, evitare errori di prelievo e diminuire il personale addetto. Il sistema di Picking, però, deve essere impeccabile e perfettamente funzionante, altrimenti ogni vantaggio è praticamente perso: è inutile pagare un servizio (e magari una manutenzione) per un sistema inefficiente.

 

  1. Assicurarsi che lo spazio venga ottimizzato nel modo corretto. Uno dei maggiori vantaggi di un magazzino automatico è la riduzione dello spazio. A parità di quantità di merce stoccata, il magazzino automatico verticale occupa un'area da 5 a 10 volte inferiore rispetto a un magazzino tradizionale. Dunque, la scelta del magazzino deve essere ben ponderata per evitare uno spreco di denaro e una cattiva gestione dello spazio dedicato.

 

  1. Attenzione alle merci. Il magazzino automatico consente di dire addio all’inventario. La capacità di tracciare con precisione i dati delle merci transitate nel magazzino automatico è un ausilio fondamentale per chi ha bisogno di rintracciabilità sui propri prodotti. Un magazzino automatico di alto profilo, però, deve essere in grado di dire se la merce di un certo lotto - o addirittura di uno specifico pallet - è nel magazzino, quando è entrata, quando è uscita e per quale ordine è stata spedita.

 

Infine, per essere davvero certi di compire la scelta giusta, non bisogna affidarsi solamente alla scelta di un singolo prodotto, ma è indispensabile godere del supporto di un intero “servizio”. Soltanto in questo modo è possibile godere di tutti i benefici delle nuove tecnologie e ovviare alle più tradizionali problematiche di manutenzione e gestione.

 

Logcenter, che da 30 anni si occupa di logistica integrata, con Sistema LMS® (Logistic Management System) offre un servizio completo, che permette alle aziende di ottimizzare al meglio il proprio reparto logistico.

 

Per maggiori informazioni clicca sul banner e scopri il servizio più adatto alle tue esigenze.

Blog