FILTRI RICERCA

La logistica non si ferma: ecco le soluzioni a prova di fermo macchina

La logistica ha da sempre un ruolo essenziale, ma dopo l’emergenza Covid-19 è più importante che mai garantire la movimentazione delle merci e assicurare gli approvvigionamenti.

20/07/2021

I carrelli elevatori, così come altri strumenti di magazzino, sono mezzi essenziali per il funzionamento dei centri logistici, sia della grande distribuzione organizzata, sia dei piccoli rifornitori. A tutti questi clienti bisogna garantire l’operatività e la continuità lavorativa.

È palese che il fermo di uno o più mezzi indispensabili in un organismo ben strutturato, è da considerarsi come una grave perdita della produttività per l’azienda.

Si avverte, quindi, la necessità di azzerare il fermo di una macchina. Come fare?

1. Formare i propri operatori sul corretto utilizzo di un carrello

I carrelli elevatori hanno una determinata data di scadenza, scelta dall’azienda produttrice. Una volta raggiunta “l’età della pensione”, non c’è null’altro da fare che sostituire una macchina.

Tuttavia, molto spesso le condizioni di utilizzo velocizzano il processo d’invecchiamento, contribuendo a creare situazioni di disagio e rallentamenti di produzione. Infatti, spesso gli operatori addetti a determinate macchine non sanno bene come usarle, non sono formati a dovere e quindi commettono errori gravi, che a lungo andare incidono sulla vita del carrello.

Una prima soluzione indispensabile, dunque, è quella di formare correttamente i propri operatori, proprio per prevenire inutili errori che causano soltanto difficoltà.

Ad esempio, Logcenter, che da anni si occupa di logistica integrata, organizza corsi di formazione per carrellisti – mulettisti, finalizzati al conseguimento del patentino.

Conformi al DL 81/2008 in materia di salute e tutela del lavoratore sui luoghi di lavori, i corsi di formazione della Logcenter insegnano non soltanto a usare, gestire e controllare il carrello elevatore, ma soprattutto a manutenerlo nel modo corretto.

2. Personale specializzato in azienda

Una scelta saggia per azzerare i tempi di fermo macchina, è quella di avere tecnici e meccanici in organico che sappiano anticipare e/o risolvere qualsiasi problematica del carrello elevatore.

Infatti, è importante che al primo allarme di peggioramento o malfunzionamento, ci sia l’intervento di una figura esperta, che riesca a trovare rapidamente una soluzione. Un meccanico generico non conosce le singole caratteristiche del marchio scelto per i carrelli elevatori e la velocità di risoluzione è importante sia per la produzione che per la sicurezza interna dell’azienda.

Dunque, la scelta più logica è formare i propri operatori, oppure assumerne alcuni già formati esclusivamente per questa mansione. Se non è possibile ricorrere a figure professionali che svolgano soltanto la funzione di operatori qualificati, è bene affidarsi a un tecnico specializzato che sia in grado di rendere operativa la macchina in mezza giornata.

3. Aziende partner per la manutenzione dei carrelli elevatori

Per evitare disagi, la soluzione più appropriata è prendere accordi. Con un’azienda partner.

Al giorno d’oggi, sono molte le realtà che forniscono assistenza, riparazione e manutenzione dei carrelli elevatori, ma non tutte sono affidabili.

Per essere certi di scegliere il partner giusto per le proprie esigenze bisogna ponderare attentamente la situazione.

Il partner deve, quindi, avere esperienza, deve essere affidabile e, soprattutto, deve essere veloce. Infatti, oltre alla manutenzione ordinaria dei carrelli elevatori, il partner deve garantire assistenza rapida, altrimenti l’intervento stesso di un partener non ha nessun senso.

A che serve affidarsi ad aziende specializzate, se poi a causa loro il ritardo non diminuisce?

La riparazione deve avvenire per mano di tecnici specializzati nella riparazione dei muletti, con celerità e attenzione.  

Fermo Zero: addio ai ritardi di produzione

Logcenter, in questo caso, è il partner perfetto. Dopo aver maturato trent’anni d’esperienza nella logistica integrata, Logcenter ha escogitato una soluzione ad hoc per assistere i clienti e garantire soluzioni a prova di fermo macchina: Fermo Zero, servizio all’avanguardia per migliorare e aumentare la produzione, senza rischi.

Con Fermo Zero il nostro cliente, attraverso un login personalizzato, può accedere direttamente al reporting dei nostri sistemi, e senza alcun passaggio intermedio può segnalare il problema relativo al fermo di un carrello direttamente alle nostre officine mobili.

Logcenter ha a disposizione 8 officine mobili, in modo da garantire il servizio di assistenza in tempi rapidissimi: possiamo intervenire e risolvere il problema nell'80% dei casi in 2-3 ore lavorative. In questo modo, il solito iter infinito di chiamate e attese può essere tranquillamente bypassato.  

L’officina mobile riceverà direttamente l’ordine e garantirà massima rapidità d’esecuzione.

Sistema LMS® (Logistic Management System)

Il servizio di Fermo Zero, però, è solo uno dei tanti sistemi messi a punto da Logcenter per aiutare le aziende a implementare la produttività.

Essendo specializzata in logistica integrata, Logcenter ha escogitato un sistema completo, particolarmente avanzato: LMS (Logistic Management System), un sistema che permette alle aziende di ottimizzare al meglio il proprio reparto logistico attraverso:

  • La possibilità di acquistare o noleggiare qualsiasi prodotto di logistica;
  • Un servizio di manutenzione fino a 16 mesi;
  • Un sistema di assistenza immediata 24/7;
  • La fornitura di un “carrello di cortesia” in caso di guasti imprevisti;

Come partener per un’azienda, Logcenter è la scelta più logica e affidabile. Se hai capito che con noi puoi migliorare la qualità della tua produzione, clicca al banner per ricevere maggiori informazioni.

Blog