FILTRI RICERCA

Magazzino automatico verticale: il miglior alleato per la logistica 4.0

17/01/2022

È stato ormai attestato da numerose realtà logistiche: il magazzino automatico è uno strumento che presenta un elevato livello di automazione dei processi.

Infatti, grazie all'integrazione di diversi sistemi, sia tradizionali, che automatici e digitali, il magazzino automatico diventa un prezioso alleato per l’industria 4.0.

Per sfruttare appieno tutti i vantaggi di tale strumento, è bene comprendere quali sono gli elementi comuni a tutti gli impianti di questo tipo e chi si occupa dell'integrazione dei sistemi.

Innanzi tutto, sono due gli elementi più importanti per l’automazione dei sistemi logistici: i sistemi automatici presenti all'interno dell'impianto e i software gestione magazzino (WMS) che ne permettono il corretto funzionamento.

Il livello di automazione e il tipo di gestione dipenderanno, di conseguenza, dalle esigenze di ogni azienda e quindi si riflettono in un diverso sviluppo dell'impianto. L'obiettivo finale è sempre migliorare rendimento e produttività.

Come funziona il magazzino automatico

Per comprendere il funzionamento del magazzino automatico, bisogna in primis individuare gli elementi comuni a tutti i modelli:
le scaffalature, strutture su cui vengono stoccati i prodotti. Vengono montate nel magazzino in funzione del layout, cercando di sfruttare al massimo la superficie;
le apparecchiature tecnologiche, essenziali per automatizzare i flussi e i processi di magazzino;
i software di magazzino SGM (o WMS).
Avendo individuato gli elementi, poi, è necessario comprendere i livelli di automazione di ogni singola componente, ad esempio il funzionamento della movimentazione automatica delle merci.

A questa componente, infatti, viene destinata una fetta importante del budget aziendale. La preparazione degli ordini può rappresentare il 60% dei costi operativi totali di un impianto. Una grande quantità di risorse viene investita anche nella gestione dei flussi di magazzino, che comprendono le attività di movimentazione e smistamento delle unità di carico.

Solitamente, dunque, quando si progetta un magazzino automatico, si divide in diversi segmenti l'intero processo di movimentazione. A questo punto, è bene considerare sia le modalità di deposito e prelievo degli articoli, sia la necessità di collegare diverse aree del magazzino.

Per il deposito e il prelievo degli articoli dalle scaffalature, al fine di aumentare la disponibilità di superficie, le aziende ricorrono allo stoccaggio verticale automatico.

Infatti, lo stoccaggio manuale, oltre a essere poco pratico, aumenta i rischi per gli operatori e per le merci. I sistemi automatici, invece, sfruttano al massimo gli spazi, aumentando la produttività e riducendo i rischi legati alla sicurezza.

Un magazzino automatico funziona proprio perché limita l'intervento umano e permette di massimizzare lo spazio. I sistemi necessari per ottenere questi due vantaggi sono:

elevatori automatici, che sostituiscono il lavoro dei carrelli elevatori frontali e si occupano di prelevare e depositare il prodotto percorrendo il corridoio da un estremo all'altro.
Pallet Shuttle, un sistema che si basa sul movimento di una navetta satellite che si sposta in maniera automatica lungo le scaffalature per depositare e prelevare pallet rapidamente, assicurando una maggiore precisione e sicurezza alle operazioni.

Software di controllo e gestione del magazzino

Un magazzino automatico non può funzionare senza un software WMS. Sono necessari nello specifico due sistemi ben precisi:

il Software di controllo che programma i movimenti delle macchine e assicura la precisa movimentazione delle merci;
il Software per la gestione del magazzino WMS che si occupa della mappatura del magazzino, del monitoraggio delle ubicazioni delle merci, delle scorte e dell'inventario in tempo reale.
A questo punto, risulta evidente che per il corretto funzionamento di un magazzino automatico ogni ingranaggio deve essere integrato e sviluppato correttamente.

Infatti, ogni singola componente deve essere integrata con l’intero sistema logistico: un magazzino automatico è un alleato prezioso solo quando ogni sistema è stato progettato pensando alla totalità delle soluzioni presenti nell'impianto logistico.

La progettazione di un magazzino automatico è sicuramente complessa, poiché richiede un'analisi di tutti gli elementi presenti nel magazzino (unità di carico, superficie, volume di ordini giornalieri).

Una volta avviato però, è una macchina affidabile ed efficiente, capace di mettere un'azienda nelle condizioni di fare la differenza nel proprio mercato.

Inoltre, un magazzino automatico verticale è una delle strumentazioni aziendali che può consentirti l’accesso alle agevolazioni previste dal Piano Industria 4.0 . Questo perché il suo funzionamento è controllato da un sistema computerizzato.

Scegliendo un magazzino automatico verticale in questo momento puoi quindi beneficiare di sgravi molto consistenti che, uniti all’aumento della produttività, ti consentiranno un rientro ancora più veloce del tuo investimento.

Specializzata in soluzioni avanzate di logistica integrata, Logcenter è l’azienda che può fornire alla tua impresa la chiave per il futuro.

Grazie a Stockmatic, il magazzino verticale automatico con interfaccia touchscreen, Logcenter è in grado di moltiplicare lo spazio utile del tuo magazzino e di rivoluzionare le operazioni di stoccaggio e di picking, rendendole più semplici, precise e sicure.

Logcenter si occupa di logistica integrata da più di trent’anni, per questo ha sviluppato il Sistema LMS® (Logistic Management System), un metodo che permette alle aziende di ottimizzare a 360° il proprio reparto logistico.

LMS può offrire alla tua azienda le più innovative soluzioni, non solo per implementare l’automazione dei tuoi sistemi logistici, ma anche per accedere ai fondi messi a disposizione per la transizione digitale.

Per maggiori informazioni

Contattaci

Blog